<<VEDUTA di Lauropoli>>Campanile della chiesa della Purificazione...
Sei il visitatore n°contatore dal 01/03/2001
<<VEDUTA di Lauropoli>> Corso Laura Serra, Bar Ferraro...
 [ help SOSTIENI LAUROPOLI.IT ]
 [CERCA NEL SITO: Cerca tra le News e i Documenti ]
Tutte le parole
Almeno una parola
Una frase
 [ Firma il GuestBook ]

[ Sponsor | Leggi | Firma ]
Firma il libro delle visite di
lauropoli.it

 [ ok I Gropalis ]
I Gropalis clicca qui per entrare Inviateci le vostre FOTO noi le inseriremo sul sito di lauropoli.
 [ Home Page ]
Fai di questa pagina la
home page del tuo browser...


 [ Album Fotografico ]
Sfoglia l'album fotografico di Lauropoli
 [ News ]
Le ultime notizie su Lauropoli
 [ Personaggi ]
Personaggi illustri
 [ Grotte di Sant'Angelo]
Pagina dedicata alle
Grotte di Sant'Angelo
 [ Sport]
Il campionato di Lauropoli, risultati, classifiche, prossimi incontri.
 
 
 
Notizia n° | 9278 |
Città ~ Cassano allo Jonio      data ~ 03/04/2011      Sez. ~ Avvenimenti
RIFLESSIONE DEL VESCOVO MONS. VINCENZO BERTOLONE – Ne vince più la Parola che la spada.
Editoriale - Domenica 03.04.2011

Vincenzo Bertoloni, Vescovo della Diocesi di Cassano allo Ionio«La Chiesa ha solo la Parola e il sangue. Dall’altra parte c’è la spada del re. Chi fa la storia?»

Recandosi a Roma, dove sarebbe stato eletto al soglio pontificio, Karol Wojtyla si interrogava sugli esiti dell’eterna sfida, all’epoca quanto mai accesa, tra la forza della Parola e quella degli eserciti terreni.

Non immaginava, il cardinale polacco, che la risposta al suo peraltro ancor attuale quesito, ispirato da una poesia dedicata a san Stanislao, il vescovo-martire di Cracovia fatto uccidere da re Boleslao, sarebbe venuta dal suo pontificato, iniziato il 16 ottobre del 1978 e conclusosi con la morte, sopraggiunta il 2 aprile del 2005.

Sei anni dopo quel giorno triste, la Chiesa si appresta a rendere omaggio alle eroiche virtù del Papa viaggiatore, con la sua beatificazione, che avverrà il primo maggio a Roma.

Sarà un’altra tappa della storia, destinata a diventare eterna, di un uomo che ha guidato la Chiesa fra grandi cambiamenti, a volte terribili, per oltre ventisei anni.

In questo lasso di tempo, ed attraverso mari sempre agitati, Giovanni Paolo II ha esercitato il suo ministero con instancabile spirito missionario, sospinto dalla sollecitudine pastorale per tutte le Chiese e dalla carità verso l’umanità intera.

Sotto la sua guida la Chiesa si è avvicinata al terzo millennio, approdando nei porti della nuova era: più di ogni predecessore ha incontrato il Popolo di Dio e i responsabili delle nazioni.

Il suo amore per i giovani lo ha spinto ad iniziare, nel 1985, le Giornate mondiali della Gioventù.

Ha favorito con successo il dialogo con gli ebrei ed i rappresentanti delle altre religioni.

Ha dato impulso a canonizzazioni e beatificazioni, per sollecitare i contemporanei verso una vita diversa grazie agli innumerevoli esempi di santità.

Ha promulgato il Catechismo della Chiesa cattolica, riformato i Codici di diritto canonico, creato nuove Istituzioni e riordinato la Curia Romana.

Con l’Anno della Redenzione, l’Anno Mariano e l’Anno dell’Eucaristia ha promosso il rinnovamento spirituale.

Insomma, un tale e tanto lavoro da far dire allo scrittore Aleksandr Solgenitsin: «Questo Papa è un dono di Dio».

In effetti, egli è stato un leader globale che ha toccato le fibre di tanti mondi, ma questo non significa che il suo sia stato un pontificato politico.

Al contrario, come sottolinea lo storico Andrea Riccardi, «chi ha presente l’aspetto mistico e la preghiera di Papa Wojtyla non può che affermare il contrario: Giovanni Paolo II era convinto che il cristianesimo fosse una forza di liberazione».

È lungo questa traiettoria che si può giungere a modificare il corso della storia, a fare in modo che essa possa essere scritta con la parola e con il sangue, più che con la spada.

«Tutto può cambiare, dipende da ciascuno di noi, dal nostro potenziale di fede», diceva l’ormai anziano e sofferente Pontefice negli ultimi anni della sua esistenza.

Quasi senza accorgersene, stava già consegnando ai posteri un messaggio di grande fiducia nell’uomo.

+ Monsignor Vincenzo Bertolone - Vescovo della Diocesi di Cassano Ionio.

autore ~ Gianpaolo Iacobini
fonte ~ Gazzetta del Sud
CONDIVIDI LA NOTIZIA SU FACEBOOK, MYSPACE, WINDOWS LIVE, ETC...
Share/Bookmark  
Stampa l'articolo
 
Cerca tra le News di Lauropoli.it
 
©   W   W   W   .   L   A   U   R   O   P   O   L   I   .   I   T   risoluzione ottimale 800X600