<<VEDUTA di Lauropoli>>Campanile della chiesa della Purificazione...
Sei il visitatore n°contatore dal 01/03/2001
<<VEDUTA di Lauropoli>> Corso Laura Serra, Bar Ferraro...
 [ help SOSTIENI LAUROPOLI.IT ]
 [CERCA NEL SITO: Cerca tra le News e i Documenti ]
Tutte le parole
Almeno una parola
Una frase
 [ Firma il GuestBook ]

[ Sponsor | Leggi | Firma ]
Firma il libro delle visite di
lauropoli.it

 [ ok I Gropalis ]
I Gropalis clicca qui per entrare Inviateci le vostre FOTO noi le inseriremo sul sito di lauropoli.
 [ Home Page ]
Fai di questa pagina la
home page del tuo browser...


 [ Album Fotografico ]
Sfoglia l'album fotografico di Lauropoli
 [ News ]
Le ultime notizie su Lauropoli
 [ Personaggi ]
Personaggi illustri
 [ Grotte di Sant'Angelo]
Pagina dedicata alle
Grotte di Sant'Angelo
 [ Sport]
Il campionato di Lauropoli, risultati, classifiche, prossimi incontri.
 
 
 
Notizia n° | 4710 |
Città ~ Lauropoli      data ~ 09/12/2006      Sez. ~ Avvenimenti
Cerchiara di Calabria - In mattinata è visibile da tutta la Sibaritide Miracolosa apparizione della Madonna sul Dolcedorme
Mistero su un'immensa icona della Verginea poca distanza dal noto santuario mariano

clicca per ingradire (madonna monte sellaro) La Vergine della roccia.

Ma stavolta Leonardo da Vinci non centra nulla. Così come non centra nulla il suo paesaggio roccioso in cui dominano fiori e piante acquatiche.

È un miracolo tutto calabrese, il "nostro", e non è artistico ma rigorosamente naturale. È il miracolo del volto della Vergine scolpito nei secoli da madre Natura su un costone orientale della Serra del Dolcedorme, poco distante dal santuario della Madonna delle Armi.

Un volto gigantesco completo di occhi, naso e bocca, e con tanto di velo e di corona. Non ci credete? Fatevi due passi nella Sibaritide e verificate con i vostri occhi. Ma solo in mattinata, perché il sole che sorge dallo Jonio la illumina in maniera perfetta. Nel pomeriggio, col sole ormai alle spalle, la montagna cambia aspetto e il volto scompare.

Per riapparire miracolosamente con l'alba del mattino seguente. Il momento di illuminazione migliore è a partire dalle 8 del mattino sino alle 11 o poco più. Uno dei punti d'osservazione privilegiati, invece, è la strada che lega contrada "Caccianova" nel Cassanese con l'ex Statale 105 e il centro abitato di Francavilla Marittima.

Il merito della scoperta di questo autentico miracolo naturale spetta a Vincenzo Rimola, trentacinquenne autotrasportatore originario di Cassano ma residente da anni a Spezzano Albanese con la famiglia. L'ha notata una mattina d'inizio novembre mentre alla guida del camion, come fa quasi ogni giorno, trasportava olive da un capo all'altro della Piana di Sibari: «Ero impegnato in una curva – racconta alla Gazzetta – quando scrutando il Dolcedorme sono stato colpito dal riflesso del sole sulla roccia.

Quando sono riuscito a mettere bene a fuoco l'immagine ho notato il viso della Vergine. Per giorni non ho raccontato nulla a nessuno, temendo della reazione che avrebbero avuto.

Ma siccome ogni mattina l'immagine era lì, imponente e nitida, ho inizialmente confessato il segreto a mia moglie, portandola anche a vederla. Nei giorni successivi ho fatto la stessa cosa con mio padre e con degli amici.

Quindi ho cominciato a scattare delle fotografie. L'evidenza della pellicola e le conferme di parenti e amici mi ha convinto a superare il muro del riserbo che avevo alzato nei primi giorni temendo di non essere creduto e magari anche deriso».

Vincenzo ha parlato del caso anche ai volontari del comitato che gestisce il santuario della Madonna delle Armi. Che però sinora non hanno voluto ufficialmente commentare la scoperta. Già così, di per sé, è una storia da divorare in un sol boccone.

Epperò non è tutto. Eh no! La faccenda è complicata dalla particolare storia personale di Vincenzo Rimola, gia finito all'attenzione dei media nazionali per un episodio che sa tanto di miracolo.

Nel 99 il giovane spezzanese è stato protagonista di un devastante caso di aneurisma che lo ha lasciato per giorni in coma, al limite tra la vita e la morte. E quando i chirurghi hanno individuato l'origine del problema, non avevano nascosto perplessità circa l'intervento in considerazione del delicatissimo punto del cervello sul quale sarebbero dovuto intervenire.

Ma la caparbietà del papà ha fatto superare ogni dubbio. E il risultato è stato perfetto. Ora Vincenzo lavora, a luglio si è sposato e conduce una vita tranquilla, senza alcun problema.«Ero in coma controllato – racconta il trentacinquenne – quando mi apparve Padre Pio che mi disse di stare tranquillo e sereno perché lui era al mio fianco e tutto sarebbe andato bene».Così è stato.

Di questa apparizione e del successivo miracolo Vincenzo Rimola ha parlato anche in televisione, ospite di Giancarlo Magalli a "Piazza grande".

Ed è già stato contattato da Mediaset per raccontarla anche ai microfoni del "Buon pomeriggio" firmato da Maurizio Costanzo. Non è semplice spiegare nemmeno perché, nonostante l'immagine sia su quella roccia da chissà quanti decenni se non addirittura secoli, l'abbia notata solo un mese fa questo giovane lavoratore. Proprio lui. «Non lo so – confessa –. Però so che è strano. Ed e meglio che mi fermi a questa definizione, meglio non aggiungere altro». I razionalisti diranno che è tutto "merito" dell'erosione operata sulla roccia dai fenomeni atmosferici.

Gli scettici sosterranno che non è detto che si tratti proprio di un volto e perdippiù di quella della Madonna, perché a guardarlo bene potrebbe essere decine di altre immagini.

Gli agnostici alzeranno le spalle brontolando di non volere sprecare neanche un minuto dietro queste sciocchezze. Molti altri penseranno a come sfruttare economicamente l'affare. Noi ci limitiamo a pubblicare le foto.

...::: ARTICOLI CORRELATI :::...

Tit. Cerchiala di Calabria - Silenzio impenetrabile della Diocesi - Il mistero della Vergine della roccia. Il mistero della Vergine della roccia, di quel gigantesco volto di donna scoperto su un costone orientale della serra del Dolcedorme...

Tit. Cerchiara di Calabria - In mattinata è visibile da tutta la Sibaritide Miracolosa apparizione della Madonna sul Dolcedorme. Mistero su un'immensa icona della Verginea poca distanza dal noto santuario mariano.

Tit. Da oltre mille metri - Luogo di culto medievale che domina la Piana Il santuario della Madonna delle Armi si trova nel comune di Cerchiara di Calabria, pendici del monte Sellaro che guarda verso lo Ionio e Piana di Sibari.

Tit. In grave carestia moltiplicò il cibo salvando la vita alle orfanelle Centinaia i miracoli già attribuiti alla venerata Maria delle Armi. Alla Madonna delle Armi sono attribuiti centinaia di grazie e miracoli.

autore ~ Domenico Marino
fonte ~ Gazzetta del Sud
CONDIVIDI LA NOTIZIA SU FACEBOOK, MYSPACE, WINDOWS LIVE, ETC...
Share/Bookmark  
Stampa l'articolo
 
Cerca tra le News di Lauropoli.it
 
©   W   W   W   .   L   A   U   R   O   P   O   L   I   .   I   T   risoluzione ottimale 800X600